Alimentazione per anziani allettati: alcuni consigli

Scritto da il 26/10/2017 in Alimentazione - Non ci sono commenti

Alcuni consigli per gestire correttamente l’alimentazione per gli anziani allettati.

L’avanzare dell’età comporta inevitabilmente dei cambiamenti fisiologici significativi, per quanto graduali, tra cui ad esempio il rallentamento del metabolismo, l’indebolimento della muscolatura e la riduzione della morbidezza dei tessuti. In generale, a maggior ragione quando si parla di anziani allettati, l’attività fisica diminuisce sfacendo calare di conseguenza il fabbisogno energetico.

Per questi motivi, l’alimentazione degli anziani allettati va gestita diversamente, e con molta cura, rispetto all’alimentazione del resto della famiglia.

–> Scopri di più sulla corretta alimentazione dell’anziano!

Facciamo qualche esempio
Molto spesso, l’allettamento causa le cosiddette lesioni da pressione , delle ferite cutanee che possono diventare molto dolorose, profonde e invalidanti se sottovalutate per troppo tempo. In caso di ferite di questo genere, dunque, è bene pianificare un’alimentazione adeguata, in grado di favorire la guarigione, a base di proteine animali.

Le proteine si possono trovare in tutte le carni bianche o rosse e in alternativa possono essere assunte attraverso integratori alimentari in polvere dentro a minestre, vellutate, budini e succhi. Tuttavia, come raccomanda ogni medico, è bene non abusare delle proteine, ma bilanciarle con un altrettanto adeguato apporto di grassi e di carboidrati.

Ricordiamo sempre che la dieta dell’anziano allettato deve tener conto del suo basso dispendio energetico, per non appesantire e per non mettere in difficoltà il suo organismo. A partire dai 40 anni, il fabbisogno energetico cala del 5% e arriva a una diminuzione del 10% tra i 60 e i 70 anni.

Con l’indebolimento della muscolatura scheletrica diminuisce anche l’apporto di calcio presente all’interno del sangue. Ecco perché, molto spesso, gli anziani soffrono di osteoporosi. È possibile prevenire queste patologie compensando il calo attraverso l’alimentazione e assumendo quindi formaggio (non troppo grasso e calorico), mandorle, spinaci, foglie di rapa, mozzarella, soia e molti altri ingredienti.

In ogni caso, prima di modificare o di pianificare l’alimentazione di un’anziano, soprattutto di un anziano allettato, consigliamo un confronto diretto con il proprio medico di base.

Vuoi chiederci altri consigli per gestire 

l’alimentazione degli anziani allettati? Scrivici!

Se vuoi altri consigli inserisci i tuoi dati qui

Lascia un commento

Certificazioni

L'istituto Cortivo ha sempre fatto della qualità un punto irrinunciabile della sua politica aziendale

I Partner Cortivo

L'istituto Cortivo ha attivato significative sinergie con partner importanti

Cortivo Baby Planet

Cortivo Baby Planet è un progetto sociale realizzato dall'Istituto Cortivo

Istituto Cortivo S.p.A. - via Padre E. Ramin, 1 - 35136 Padova - P.IVA 01921530281 - Copyright © 2017 Istituto Cortivo